L'esperienza maturata e tramandata da padre a figlio si sposa con le più innovative tecniche di lavorazione, senza trascurare la classicità che non decade mai.

 Tipi-di-qualita

 

 

Grafiche Guglielmi è la tipografia storica della città. Dal 1945 risolve ogni vostra esigenza di stampa con professionalità e competenza. La moderna comunicazione utilizza forme di stampa molto differenziate, ognuna delle quali richiede l’uso di tecnologie innovative e moderni sistemi applicati all’arte tipografica. Per esprimere un’idea, per lasciare un segno, per caratterizzare un annuncio qualche volta le parole sono insufficienti. C’è bisogno del colore oppure di un particolare tipo di carta o ancora di un supporto cartotecnico versatile e seducente. C’è bisogno insomma di un tassello importante che è, vi accorgerete, insostituibile.


I servizi per l’azienda

Grafiche Guglielmi oltre ad operare nei settori della stampa tipografica e/o digitale su supporto cartaceo, realizza timbri di diverse dimensioni e forme (autoinchiostranti e non) e si occupa della stampa su gadget e supporti differenti (cartotecnici, PVC, carte adesive).

Sfoglia il portfolio →

Il metodo

Un messaggio non nasce a caso: alla base ci sono i valori di chi l’ha concepito. Riuscire a comunicare con successo un concept vuol dire trovare il giusto accordo e il perfetto equilibrio tra estetica e contenuto.

Il Brief rappresenta il primo contatto con il cliente, fondamentale perchè l’ufficio grafico possa impostare una buona comunicazione. Durante il primo colloquio il cliente avrà la possibilità di esporre le proprie idee confrontandone fattibilità ed efficacia a livello comunicativo delle stesse con personale esperto nel settore pubblicitario. Anche quando le idee non sono molto chiare in partenza, uno scambio di opinioni con un professionista faciliterà di molto il lavoro: pochi minuti a volte possono bastare per mettere in chiaro, con poche parole, una base da cui partire per abbozzare il progetto.

In questa prima fase, per i clienti più esigenti, è possibile anche decidere: il numero dei colori da utilizzare, il formato pagina idoneo al progetto, il numero delle facciate da utilizzare, il tipo di immagine che meglio può risaltare a livello comunicativo. Ma è possibile affidarsi all’ufficio grafico ad occhi chiusi? Certo! La soluzione ritenuta più idonea dall’ufficio grafico sarà quella che verrò sviluppata e stampata.

Un brief completo sarà la base per iniziare un lavoro di brainstorming: un accurato studio delle idee e delle soluzioni che l’ufficio grafico provvederà a scremare per presentare le bozze ritenute più idonee. É per questo che alla prima fase viene data molta importanza: un brief completo, senza buchi, chiaro e circoscritto, darà la possibilità ai tecnici grafici di procedere senza intoppi nel lavoro, e senza farsi tante domande che possono derivare da un lavoro di briefing mal eseguito. Fondamentale è stato capire il cliente per ottenere una bozza grafica che piaccia esteticamente e che a livello comunicativo sia del tutto esauriente.

La bozza grafica sarà presentata in formato ridotto e su carta per uso comune, nel caso il cliente non abbia espresso chiaramente di voler esaminare una bozza in formato reale e stampata sul supporto cartaceo scelta per la realizzazione del definitivo. Importante è non dare troppa rilevanza alla tonalità di colorazione della bozza: la stampa di questa è infatti eseguita in digitale, il colore non sarà fedele al definitivo anche se molto vicino.

Le bozze verranno presentatate al cliente dai tecnici stessi. Avranno modo di spiegare le scelte grafiche e compositive che hanno guidato loro nella realizzazione dell’elaborato. In questa fase è possibile un secondo scambio di opinioni e di idee con il cliente, infatti, se a lui spetta la scelta del definitivo, è anche vero che in fase di bozza è possibile apportare le ultime modifiche prima che il lavoro grafico venga mandato in stampa. É possibile discutere le variazioni con l’ufficio tecnico, discutere sugli elementi da evidenziare perchè il messaggio venga meglio percepito dal pubblico di riferimento e, in casi estremi, ritagliare gli oggetti da una bozza all’altra per adattarla al meglio ai gusti estetici del cliente stesso.

L’ufficio tecnico è aggiornato e sempre al passo con i tempi. Saprà consigliarvi e proporvi al meglio le soluzioni, seguendo e allo stesso tempo rompendo, gli schemi imposti dalle tendenze grafiche: creare un elaborato che risalti per la sua eleganza, senza trascurare la tecnica tipografica che contraddistingua l’azienda.

Il momento della conferma è delicato: il correttore di bozze provvederà a ricercare gli ultimi errori di ortografia che potrebbero sfuggire in fase di composizione e il grafico dovrà preparare il file deifinitivo per l’imposizione e il successivo sviluppo degli impianti per la stampa. Sarà necessaria, dopo l’ultima rilettura della bozza, il definitivo consenso del cliente, per procedere in quest’ultima fase del lavoro. Una volta sviluppati gli impianti non è possibile effettuare altra modifiche anche se il lavoro non è ancora stampato. Ma non c’è problema: se i tre step precedenti sono stati eseguiti correttamente e con la completa partecipazione del cliente, i nostri esperti vi assicureranno un lavoro perfetto nei minimi dettagli.

Nel caso in cui il cliente voglia una prova di stampa offset del definitivo per mettere in chiaro la reale tonalità di colorazione dovrà esplicitamente richiederla in fase di preventivo: lo sviluppo di impianti appositi per la prova di stampa prevede una maggiorazione dei costi di realizzazione.